Navigare Facile

Il Parco Nazionale del Gargano

Le Meraviglie della Natura

Il Parco Nazionale del Gargano si estende per più di 120.000 ettari e propone al suo interno un habitat naturale unico nel suo genere.
Il paesaggio appare vasto e dalle diverse sfaccettature, si passa dalla macchia mediterranea, alle fitte foreste, ai grandi altipiani carsici, sino alla costa, caratterizzata da grotte, valli boscose a ridosso del mare e lagune. Le Isole Tremiti con il loro splendido mare e le tante grotte sono patrimonio di questa fantastica zona naturale.

Gli appassionati, all'interno del parco, potranno ammirare le ben 2.200 specie botaniche presenti, pari al 35% della flora dell'intero territorio nazionale, grazie al particolare clima umido, le specie vegetali riescono a vivere in un contesto unico a livello europeo.

Verso nord, nella macchia mediterranea si possono trovare querceti, pinete, boschi misti di frassini, ornelli, olmi, agrifogli, aceri, castagni e tanto altro. Il sottobosco è ricco di rovi, felci, rose canine, ciclamini, funghi, ecc.
Nelle zone steppose è possibile trovare, tra fichi d'india, carrubi, ginepri, olivastri, melastri e biancospini, le 85 differenti specie di orchidee selvatiche, che fanno di questo parco il luogo più ricco d'Europa.

Nella zona pedemontana si può incontrare una vegetazione diversa, tra oliveti, vigneti, mandorleti e campi di messi, e inoltre fichi d'india, iris, asfodeli e il particolare fungo Pleurotus eringi.

Il Gargano è dunque una vera e propria isola biologica, in cui la natura cresce rigogliosa, tanto da presentare a volte fenomeni di macrosomatismo, quando cioè si assiste ad una crescita sproporzionata delle specie vegetali, un esempio possono essere i faggi o i pini di abnormi dimensioni.

All'incredibile varietà botanica, corrisponde anche una grande diversità faunistica, il Parco accoglie infatti ben 170 specie di uccelli, di cui 5 specie di picchi. Oltre alla massiccia presenza di rapaci diurni e notturni, troviamo numerosi corvidi, nonché merli, colombacci, oche selvatiche, aironi, storni, gabbiani e tantissime altre specie.
Tra i mammiferi, caprioli italici, cinghiali, daini, faine, gatti selvatici, lepri, ricci, talpe e vari tipi di topi.
Tra i rettili e gli anfibi, tartarughe palustri e terrestri, gechi, orbettini, vipere, ramarri, lucertole, raganelle, rane verdi e dalmantine, rospi e tritoni.

Insomma, l'ecosistema del Parco è assolutamente variegato e ricco, tanto da attrarre appassionati e curiosi, che hanno tanta voglia di ammirare paesaggi naturalistici mozzafiato, nonché specie vegetali e animali tanto eterogenei.